DOVE IL SOGNO INVESTE IL REALE

Un sognatore, un uomo che guarda alle stelle col cuore ancora bambino.
Che ha strappato frammenti ad una cometa ed ora nasconde piccole luci nella sua mano.


mercoledì 27 dicembre 2017

POLVERE DI SOGNI


danzano davanti
frammenti d'illusione
e sembrano nell'aria
sciami d'universo

affondo la mia mano
dove s'offre il desiderio
ma ancor mi fanno beffe
ad ogni nuova aurora.


OLTRE LA PORTA


è là, su quel muro
cosa è dietro non so
non è dato sapere
forse un regno incantato
sotto un cielo di stelle
o un campo assolato
dove danzano i fiori
forse un deserto, si
fra le dune d'oriente
o foreste selvaggie
senza punto d'arrivo

quel che dietro nasconde
è scritto nei sogni
quando tutto l'intorno
ha di nulla il valore
le pareti sbiadite
hanno perso il colore
e in ogni vicolo oscuro
c'è la mia solitudine

ma ora è tempo d'andare
di cercare orizzonti
dove gocce di pioggia
sembrano luci di stelle
quando in notti d'estate
l'universo è vicino

è tempo d'andare
là, oltre la porta
dove sa vivere
la mia fantasia.




IGNARO


come inerme foglia
galleggio
sul fiume della vita
e mi lascio portare

non posso
non so
a chi chiedere
dove esso
mi condurrà.


giovedì 30 novembre 2017

QUARTO COMANDAMENTO




qualche nota d'organo
sale dal sagrato
sembra fuggire via
oltre quelle mura

canti di pace
all'ombra sussurrati
com'aliti di vento
dove specchia il cielo
e solo qualche cerchio
resta fra le acque
ma non varcheranno
le dighe dei ricordi

non guardare indietro
fanciulla
lascia volare al vento
i tuoi capelli d'oro
fresca è l'aria
in questa triste sera

odori d'alcool
porterà lontano
e la sudicia mano
non strapperà
le viole sul sentiero
dove amare gocce
guardano impotenti

note di pace
oltre quel portone
mentre una foglia
lentamente cade
fra quelle piante
all'ombra della sera


...onora il padre.



venerdì 24 novembre 2017

LOVE WEIGHTS




ho messo te
sul piatto di bilancia
che pesa la mia vita

e sull'altro piatto
senza esitare
vi ho posato
ogni mio respiro.

mercoledì 22 novembre 2017

PENOMBRE


s'accasciano i colori
nel giorno silenzioso
che lento va a morire
un brivido di gelo
avvolge l'aria intorno
or che vicino ormai
il tempo dell'inverno

respiro il tempo freddo
che punge la mia pelle
le rade foglie al ramo
private di un domani
sbiaditi gli orizzonti
passati dietro un velo
mentre ombre inquiete
avvolgono il mio mondo.



lunedì 20 novembre 2017

NOSTALGIE D'ESTATE




poche foglie sul ramo
rimaste a guardare
le sorelle ormai arrese

che velano il suolo
un languido sole
veste l'intorno
mentre il cuore
si perde
su un'estate lontana

i ricordi ora seguono
le foglie alla terra
memorie d'estate
confuse nel tempo
presto i venti del nord
porteranno lontano

carezze rimaste
sulle orme confuse.



giovedì 19 ottobre 2017

IO SONO NIENTE







dirada il fumo
tra i detriti
mi muovo piano
con una fitta
al fianco
l'Inferno ha vomitato
le sue fiamme
e del mio mondo ormai
solo residui al vento

mi tocco il capo
e rossa è la mia mano
guardo macerie
e quel che resta
di ciò che ho
costruito invano
e sotto vi è rimasto
tutto quel che ho amato
tutti quei sogni
che ho solo sfiorato

non piango, no
nemmeno di dolore
e dopo la bomba
...che cosa
sopravvive ?

guardo la mia mano
dove una scheggia preme
e non fa male
nel cielo il sole
guarda indifferente
gli dico " vedi ?
io sono niente
come le vite
sepolte dai detriti
senza una ragione"

urlo lassù
la furia cieca
di un gridare vano
"io sono nulla

nulla
e nessuno. "



lunedì 11 settembre 2017

CONSAPEVOLEZZE




respiro il giorno
i profumi dell'aria
nei colori del cielo
e la foglia che danza
ho il cuore che pulsa
un sogno, un amore
vivo l'attimo intenso
per il tempo che resta
e non posso sprecare

di ricchezze terrene
non ho desiderio
perchè oltre il tramonto
nulla posso portare

se un qualcosa possiedo
ha sapore di nulla
perchè dopo la vita
tutto perde valore.



martedì 5 settembre 2017

NOTTURNO




incerte le ombre
danzano il buio
sotto un cielo sereno
e il respiro
di un pallido vento
fa lievi carezze
ad un rigido stelo
che il tempo
vede solo passare

il mondo è diverso
stanotte, mentre
resto in attesa

sotto una pallida luna
che insegue il domani.


lunedì 4 settembre 2017

DECLINO



si fa lontano il cielo
fuggito dalle rondini
mentre s'è involato
ogni mio presente

quel che di ieri resta
è tanta nostalgia
e fra le dita posano
i petali appassiti.


sabato 26 agosto 2017

VESPRO



dipingo la sera
piena di colori
sulla tela del vento
d'un giorno a finire

dove tutto ha un senso
prima che il buio cada
ed i sogni aprano le ali.


giovedì 27 luglio 2017

I GIORNI D'ATTESA



i sogni sperati
son rimasti a guardare
mentre vola il mio tempo
fra le nuvole in fuga
tanti anonimi giorni
come pietre corrose
hanno scritto la storia
senza emozioni
privi d'ogni memoria

si, il tempo è volato
e l'attesa è regina
d'un qualcosa che venga
e muti i destini
ma il grigio di sempre
cancella i colori
e sul ramo ora vedo
sol le foglie cadere

i sogni d'un tempo
son parole confuse
rimaste incomprese
sulle rive del tempo
uno specchio mi chiede
dove mai sono andati
mentre mostre le rughe
ed i fili imbiancati.

PRATERIE SUL CUORE



ombrose vie
piene di silenzio
e verdi piante
a fare compagnia
non c'è un deserto
solo dei prati
dove ogni fiore
danza le armonie

lievi vanno via
i passi miei sul cuore
un mondo da esplorare
in ogni tuo sospiro
l'emozione vive
dentro quel sorriso

e una sola vita
non basta per coprire.

domenica 9 luglio 2017

GIOCHI D'ESTATE




sorride sempre
e mi carezza il cuore
mentre dipinge estati
senza mai risparmio
di colore

forse è un gioco
fatto solo d'allegria
quando sfida il sole
fino a che dura
il giorno.

PERDONARE NON SO



non chiedo perdono
di errori passati
perchè io
perdonare non so

di errori commessi
ne ho lunga sequenza
per rabbia o idiozia,
che importa, però ?
son le ferite
che ho inflitto
ed il peso ne porto
non cerco scusanti
ai tanti miei sbagli
acerbo frutto
d'immaturità

sono un uomo
fra tanti
dal viso segnato
che tende la mano
ma non chiede perdono

perchè io
perdonare
non so.

QUEL PENSIERO DI TE




è un fruscio leggero
quei passi sulla ghiaia
un camminare lento
nell'aria che respira
e solo qualche foglia
resta la sul ramo
a danzare un canto
che dentro ogni ricordo
parla di un'estate

cammino senza fretta
privo d'orizzonte
solo sulla strada
che ti vide accanto
e se respiro piano
sento il tuo profumo
sapore di quel fiore
cresciuto a primavera

solo il fruscio lieve
dei passi sulla ghiaia
con te nei miei pensieri
ma non mi sento solo

come potrei esserlo
se vivi sempre in me ?

se ad ogni nuova aurora
sei già dentro il mio cuore ?


sabato 1 luglio 2017

IL BIVIO




sono qui, fermo
all'incrocio del tempo
e una scelta da fare
in quest'unica vita

con il tempo 
ormai breve

resto ancora
un momento a pensare
il bivio è paziente
sa che non devo
non posso sbagliare

la scelta più giusta
in quest'unica vita
dove non c'è
non esiste
un ritorno.

mercoledì 28 giugno 2017

GIOCHI D'ESTATE




sorride sempre
e mi carezza il cuore
mentre dipinge estati
senza mai risparmio
di colore

forse è un gioco
fatto solo d'allegria
quando sfida il sole
fino a che dura
il giorno.

lunedì 26 giugno 2017

COMMIATO


te ne vai

e nulla lasci
dietro di te

senza voltarti
senza nemmeno
offrirmi un sorriso

te ne vai
portandoti via
il meglio di me.


giovedì 22 giugno 2017

QUELL'ATTIMO D'ETERNO



l'inseguo da sempre
preda sfuggente 
fra le pieghe del tempo
qualche volta sfiorata
come piuma nel vento
che turbini folli
portano via
in un mondo lontano

non sosta ne attende
t'illude un istante
poi fra le dita
solo il nulla rimane
ma non mi arrendo
e continuo a inseguire

la Felicità è una vela
mai ferma al pontile
e in quella ricerca
consumo il mio tempo.

giovedì 15 giugno 2017

VERSO D'AMORE





un fiocco di neve
dolcemente posa
nella mia mano

dolcemente muta
in liquida essenza

come un verso d'amore
che muta parole
per farne
un tenero dono.


lunedì 12 giugno 2017

LA MIA VERA POESIA



una lacrima cade
dipinta di sole
il respiro del vento
accarezza la sera
una foglia va via
non conosce ritorno
e stelle nel cielo
già irridono il mondo

ma ora fugge
il mio tempo
corre veloce
verso incerto destino
poi allo specchio
mi guardo
senza troppo
rimpianto

ho vissuto, lo so
versando un sorriso
ai miei avversi giorni
un canto d'amore
scritto nel vento
con passione
ho vissuto
questa mia vita
la mia sola
grande, vera
unica poesia.


lunedì 29 maggio 2017

GALLERIA DEGLI SPECCHI




tra miriadi di specchi
mi aggiro
e tante parti di me
muovono incontro

esercito disilluso
di evanescenti verità

non cerco l'uscita
per nuove realtà

ma l'antro di nuove 
illusioni
che dia fiato 
alle ombre.


VIVERE




respiro l'aria
profumi di maggio
assorbo colori del vento
mentre danzano fiori
forse su note lievi
che nemmeno io sento
la variopinta farfalla 
mi sfiora passando
faccio un bagno di sole
sotto un cielo cobalto
e sopra un ramo
qualche passero canta

del domani non so
i ricordi di ieri
sono foglie cadute
tutto quel che possiedo
è soltanto un respiro
questa vita che danza
sul presente che corre
in un esile filo
senza offrire un ritorno.


sabato 6 maggio 2017

L'UNICO AMORE


son mute le tue labbra
non offrono pensieri
mentre accanto
discreta mi cammini

vorrei poter sfiorare
solo per una volta
la tua mano
sentir nella tua voce
il nome mio
ma solo il vento parla
un alito improvviso
che un attimo ti sfiora
e corre via

c'è rabbia in te ?
Io non l'ho mai capito
eppure ti ho tradita
per amori
fuggiti nella notte
a luci spente
ed ogni volta
sei tornata accanto
come compagna che
mi sa capire

ora che sola
vesti le mie ore
seguendo i passi miei
senza illusione
penso che in fondo
sei sempre stata tu
l'unico amore

che non tradisce
e ti rimane
accanto.

...mia solitudine

giovedì 27 aprile 2017

DON CHISCIOTTE




la lancia è spezzata
ed io dolorante
mi guardo le mani
da tremiti invase
mentre irridente
il nemico mi osserva
agitanto le pale

in ginocchio rimango
e mi guardo un pò intorno
sollevo il gambo d'un fiore
che nel cadere ho schiacciato

mi rialzo e lassù
tra le nuvole rade
ora il sole riappare
una farfalla mi sfiora
e forse sorride
mentre continua
lo strano danzare

tossisco
un lungo respiro
non può finire così
la vita d'un cavaliere

la lancia raccolgo
o quel che rimane
in sella ritorno
dove attende il destino
una brezza poi sale
e un mare d'erba
d'intenso colore
muove onde incessanti
che mi sfiorano appena

ora attendo
il segnale del cuore
poi lancio il cavallo
per l'ultima impresa

dove il mito
non muore.

IO, CYRANO



non ho cappello
n'è piuma da esporre
e nemmeno nemici
da tagliar con la falce
eppure a volte
mi sento Cyrano
quando m'armo di penna
ed un foglio celeste
quasi sul chiaro

eppure a volte
io che sono nessuno
punto la penna
da sembrar spadaccino
veloci i miei versi
per colpire nel cuore
e come Cyrano
ho un vuoto infinito
che mai so colmare

parlare d'amore
intenso e pulito
su righe infinite
del mio cuore ardito
poi fare i conti
con le ombre del cielo
dove il solo diritto
è d'essere solo

ma bando alle lagne
ed al proprio dolore
se oggi guascone mi sento
a mare ributto
le lacrime amare

d'un sorriso m'avvolgo
poi lancio la sfida
a chi vuole
ed a gambe ben salde
intingo la penna nel sole.

venerdì 21 aprile 2017

PAROLE SCRITTE




con una penna
disegno dei suoni
la mia voce tracciata
su d'un foglio di carta
ho cercato parole
venute da dentro
perchè oggi non muoiano
al passare del vento

ho lasciato dei versi
sopra un foglio di neve
come un canto alla vita
offerto dal cuore
forse è solo illusione
come un gioco di inganni
ma ho dato alla voce
più tempo da vivere
quando per me
sarà chiuso
il conto dei giorni.


mercoledì 19 aprile 2017

Relatività d'amore





quel vivere in te
giorno dopo giorno
nel mare del tuo sguardo
con la vela al vento
il tempo corre via
senza mai freni
ma vale pochi istanti
nelle follie d'amore

la vita è solo un viaggio
in fuga tra le stelle
brandelli d'universo
fra orbite nel cuore.


martedì 18 aprile 2017

DESIDERIO PROIBITO





quel vivermi dentro
mentre sei lontana
sa d'una voragine
dentro l'anima

scrivo per te
con inchiostro nero
parole senza tempo
nella notte buia
che m'irride.


martedì 4 aprile 2017

LO SPECCHIO DEL TEMPO



ci guarda ancora
e sembra indifferente
quel vetro freddo
che non ha emozione
ci guarda ancora
dopo tanti inverni
che ci ha veduto
tutti noi mutare

il tempo corre via
e straccia troppi sogni
i capelli stanchi
senza più colore
poi le tante rughe
tracciate sulla pelle
come quei tramonti
insieme da guardare

davanti a quello specchio
si perdono le foglie
ma restano frammenti
di giorni ebbri di colore
il tempo corre, fugge via
e sempre ci trasforma
ma nulla può su quello
che vive dentro il cuore.

giovedì 30 marzo 2017

IL TEMPO DELLE ATTESE




vanno via le foglie
al primo vento freddo
dell'autunno
il ramo indifferente
le ha lasciate andare
verso un destino
privo di speranza

le guardo
ferme sul sentiero
senza un domani
solo in attesa
che arrivino
le tenebre

gelido è il vento
e passa sulla pelle
è tempo di fermarsi
a cercar riparo
prima che il giorno cada
verso l'oscurità.

venerdì 3 marzo 2017

I SENTIERI DEL CUORE



l'amore è un viaggio
un percorso del cuore
che non vuole confini
o barriere al cammino
e insegue orizzonti
su terre confuse
dove chi è amato, quanto
non potrà mai capire

è un mondo straniero
il viaggio del cuore
fra nubi improvvise
e raggi di sole
non sa, non conosce
se sarà ricambiato
sente solo il pulsare
che non trova respiro.

lunedì 13 febbraio 2017

IL LATO OSCURO





sai amare ?

l'amore è un'emozione
che ammanta ogni rilievo
e non c'è luce del giorno
per mostrar di te
l'indole del cuore

ma dimmi invece
cosa più disprezzi ?
perchè è da questo lato
che io ti saprò capire.

lunedì 30 gennaio 2017

SULLE RIVE DEL TEMPO





cammino sulla riva
dove posa l'onda
quell'attimo d'eterno
prima di fuggire
e fra le sabbie molli
lascia una sua orma
come una carezza
venuta da lontano

un anno
un altro ancora
il tempo corre, vola
e come un'onda sa
non si può fermare

su queste rive
un giorno
abbiamo camminato
cercando un porto solido
per anime confuse
ora che l'onda torna
ancora sulla riva
io sorrido al tempo
che ti sfiora il viso.


...è solo un anno in più
e ti accarezza lieve
Buon Compleanno

Airon


sabato 28 gennaio 2017

A VOLO LIBERO




ad ali spiegate
inseguo orizzonti
senza una meta
fuggendo prigioni
racchiuse nell'anima
fra le ombre silenti
dei giorni perduti

un lieve planare
fra carezze di vento
prima che il giorno
ritorni padrone
e mi riaccolga
fra le pieghe
del tempo.




mercoledì 25 gennaio 2017

IL TEMPO DEI SOGNI




ho lasciato la terra
per volare nel cielo
un giorno che il sole
scriveva nel vento
e mi sono vestito
dei colori dell'aria
aprendo le ali
sui tuoi occhi d'incanto

poi hai chiuso
lo sguardo
negando orizzonti
e il risveglio ha sapore
di notti immature
il giorno s'è perso
sui rilievi del mondo
mentre stelle m'appaiono
chimere lontane.

TITANI





ho visto la montagna
ergersi nel cielo
ed imbrigliar le nuvole
fino ad occultar la cima

ho visto il mondo dei titani
lassù a contrastare il sole
mentre impotente guardo
e il battito sento salire.

sabato 14 gennaio 2017

HIROSHIMA





stanno cantando
le piccole rane
nascoste fra canne
nell'ansa del fiume
si tuffano in acqua
al primo rumore
ed io mi diverto
a vederle giocare

mi chiamo Mihaghi
e la scuola ho saltato
per vedere la vita
vestita di sole
son dieci i miei anni
e la voglia d'andare
correre i prati
e lasciarmi cadere

i giochi dei Grandi
io voglio scordare
ferite e il dolore
parole di odiare
la scuola ho saltato
e non voglio pensare
a chi parla di morte
e far tanto soffrire

una rana mi guarda
e non prova paura
sembra quasi in ascolto
di musica strana
ho i piedi nell'acqua
quando il vento dilaga
ed esplode anche il cielo
mentre il mondo mio frana

ho volato, non so
forse anche dormito
gli occhi fan male
e sulla mia mano
il sangue è colato
fra canne oramai
solo quel fuoco
dove rane giocavano
resta un gran vuoto

la gola mi brucia
la testa è dolore
il fumo che acceca
e non so più capire

forse è un gioco di Grandi
ed ora stanno a guardare

il pianto d'un bimbo
che ha perso anche il sole.


Le frontiere del cuore





le trovi all'improvviso
e non le sai spiegare
ma oltre non
saprai trovare
quel sentiero
che conduce
al cammino
che s'attende

è terra inesplorata
quella dell'amore

ne Re ne mendicanti
mai potranno delegare
non c'è dono sul cammino
ne prestito da avere

la frontiera è lì
ti aspetta
la puoi solo
conquistare.

Alito di gelo



nubi rosate
laggiù
velano il tramonto
di grigio ammantato
e piante spoglie
irrigidite dal gelo
guardano un mondo irreale
perso in vuoti siderali

poi
s’accende un lampione
di timida luce
ma non dona calore

tremante
su un ramo
sta un passero
in attesa

forse
d'un impossibile domani.

Il tempo bambino



passa sui tetti
senza rumore
quando il mio mondo
ha spento ogni luce
il sogno antico
d'un tempo bambino
che non si ferma
non trova riposo

viene col buio
e poi si confonde
recando doni, forse
venuti dal cielo
poi di nuovo scompare
come un sospiro
di dove venga
è il grande mistero

i sogni vivono
in un solo giorno
e d'ogni anno
s'attende un ritorno
che piova, nevichi
o tiri vento
la vecchia Befana
ha il suo trionfo.

Il giardino del cuore



entra
non soffermarti
al cancello
sei all'ingresso del cuore
non ne senti il pulsare ?

c'è un sentiero
seguilo senza timore
passa fra cascate di glicine
sbocciate al mio sole
ed in fondo
un giardino vi troverai
dove vivono i sogni
che il tempo
ha mai spenti

cammina
segui le aiole
fra gli steli
che s'ergono al cielo
e laggiù
terra fresca
t'attende
che vita
dai molti rimpianti
non ha saputo indurire

vieni
pianta il tuo fiore
là dove posa
un raggio di luce
e l'alito caldo di sera
lo cullerà

dove rugiada è la fonte
che offre
la goccia al mattino

sei nel giardino
del mio semplice cuore
chiudi gli occhi
ti prego
ed il tuo profumo
lascia volare.
 

Il valore del vivere




la vita è un vagito
forse solo un cammino
da altri deciso
verso un destino
in offerta speciale
quasi un valore
in denaro contante
per un tempo ignoto
che non conosci
non sai quanto
puoi sperperare

poi corrono gli anni
ed i sogni più belli
son come le foglie
che una ad una
vanno a cadere
le tante promesse
si fanno illusioni
e quel valore
lo senti
ti viene a mancare

ora davanti
c'è solo l'inverno
e quel freddo vento
che fa rabbrividire

quello che resta
è una cambiale
non sai quando scade
e nemmeno saprai
se la puoi
mai pagare.


venerdì 6 gennaio 2017

FIOCCO DI NEVE




danza lieve nell'aria
in un solo sospiro
segue la via del vento
venuto da molto lontano
forse è una goccia
di fresca rugiada
che il fiore lasciò
per fuggire nel cielo
come un amore
dietro un sogno
mai domo

ed ora è lì
che danza nell'aria
non sai se è per gioia
o soltanto un respiro

ora
è un lembo di cielo
perduto nel volo
come un gabbiano
che vuol solo volare

e porta con se
i sogni perduti
senza un limbo velato
in cui solo posare.